Logo di FIN Veneto

HOME  >  Addio a Gianni Gross: un faro per il nuoto veneto.

Google

Federazione Italiana Nuoto

Iscriviti ai Corsi del Settore Istruzione Tecnica



Google+

News

Addio a Gianni Gross: un faro per il nuoto veneto.

Addio a Gianni Gross: un faro per il nuoto veneto.03/08/2016 ]

Era malato da tempo. Dopo una difficile operazione al cuore subita quasi tre anni fa, non si era mai del tutto ripreso. E nel pomeriggio di mercoledì 30 giugno, all’Hospice Francescon di Portogruaro, dov’era ricoverato da qualche mese, Gianni Gross si è spento all’età di 74 anni, ci ha lasciati dopo aver sofferto a lungo per tre anni difficilissimi.

Praticamente da sempre, a Padova ma non solo, il suo nome era sinonimo di nuoto. Nato in Germania, a Berlino, ma presto trasferitosi all’ombra del Santo, la sua è stata una carriera trasversale, da allenatore e scopritore di Novella Calligaris a dirigente (presidente del Team Veneto), manager, rappresentante nella Len e gestore di impianti, tutto questo dopo aver nuotato a lungo: fu settimo con la staffetta mista ai Giochi di Tokyo ’64, poi 11 volte campione e primatista italiano nei 100 e 200 rana. Partecipò da tecnico anche ai Giochi ’84 e agli Europei ’83 e ’85. Nella sua bacheca vantava da allenatore 3 medaglie olimpiche, 2 titoli mondiali e oltre 200 titoli tricolori da dirigente del club. Diede una grande mano alla macchina organizzativa dei Mondiali 2009 di Roma.

“Per formare una buona squadra è necessario far crescere il nostro vivaio – spiegava Gross -, non è sufficiente raccattare atleti dagli altri club. È un lavoro che ripaga a lungo termine ma solo così possiamo fare il bene del nuoto contribuendo a crescerne i numeri e la qualità, le grandi squadre e i grandi campioni”.

Gross lascia tre figli: Silvia, ricercatrice di Chimica all’Università di Padova; Elisabetta, pure lei ricercatrice d’Informatica a Madrid; e Federico, gestore di impianti natatori e collaboratore FIN.

«Se n’è andato un amico del nuoto, un tecnico competente, un dirigente dall’alto valore umano e sportivo - commenta il presidente nazionale della Federazione italiana nuoto Paolo Barelli. Gross ha caratterizzato alcuni decenni del nuoto azzurro prima da atleta e poi come tecnico e manager sempre da protagonista. Aveva doti superlative, era un grande lavoratore sempre in prima linea per lo sviluppo e la crescita del movimento acquatico. Persone come lui sono insostituibili».

Una grave perdita per il movimento. Alla famiglia, le condoglianze. Ciao Gianni: ci mancherà il tuo stile.

il Presidente della FIN CRVeneto Roberto Cognonato e tutta la FIN Veneto.


Lunedì 4 luglio alle ore 19.00 presso gli impianti Padovanuoto, il mondo del Nuoto e dello Sport si ritrova per salutare il Presidente Gianni Gross con un brindisi aperto a tutti.

Gestisci una società?
Devi iscrivere i tuoi atleti alle manifestazioni?

Accesso all'area di amministrazione Opzioni
Spiegazioni delle funzionalità del portale   Stampa la pagina corrente   Imposta testo normale   Imposta testo ad alta leggibilità

Rinnova il tesseramento tecnico online

NUOTO+ Power Swim Camp Arena Experience - By Giovanni Franceschi

Associazione Cronometristi Venezia

Oggi Treviso Logo

Assonuoto.com

Privacy - Cookie